• Home
  • Blog
  • “Decreto Concorrenza”: le Verità Vere! (3° puntata)

Altra “Verità non vera” del decreto sulla concorrenza è la supposta semplificazione delle procedure.

A fondamento del decreto in oggetto, il governo ha affermato che il nuovo sistema porterebbe delle semplificazioni per i cittadini.

Ma è proprio così?

Altra “Verità non vera” del decreto sulla concorrenza è la supposta semplificazione delle procedure.

A fondamento del decreto in oggetto, il governo ha affermato che il nuovo sistema porterebbe delle semplificazioni per i cittadini.

Ma è proprio così?

Attualmente il notaio cura tutti gli adempimenti dei trasferimenti immobiliari, dall’inizio alla fine, dal primo colloquio, alla spedizione delle copie dell’atto alle parti contraenti, alla registrazione, trascrizione e volturazione degli atti.

Il notaio, soggetto terzo e imparziale, è responsabile verso le parti per l’attività svolta.

Con il nuovo sistema sarà necessario l’intervento di più soggetti che presteranno la loro opera “sotto la direzione della banca”.

Verrà a mancare il contatto diretto tra il professionista e le parti, contatto essenziale, fondamentale per la concreta attuazione della volontà dei contraenti.

E così il cittadino diventerà “un numero di pratica” con una frammentazione della procedura in capo a più professionisti, con conseguente aumento dei costi. Il tutto a beneficio di banche e assicurazioni! Nei nuovi contratti ci sarà un fiorire di clausole di esonero di responsabilità per le società tra avvocati con soci le banche. Che bella tutela per il cittadino!!

Trackback dal tuo sito.